IN AULA

Impara l’italiano In Aula

Roma scuola italiano per stranieri
Roma
Milano scuola italiano per stranieri
Milano
Firenze scuola italiano per stranieri
Firenze
Bologna scuola italiano per stranieri
Bologna
Torino scuola italiano per stranieri
Torino
Progetto Italiano in Tour della Società Dante Alighieri
Italiano in tour

Le Scuole di Italiano della Società Dante Alighieri

Le Scuole di Italiano della Società Dante Alighieri attraverso un’ampia offerta formativa offrono corsi di lingua e cultura italiane che rispondono alle esigenze più varie del vasto pubblico di studenti stranieri ai quali si rivolgono.

Le Scuole di italiano si trovano nei centri storici di Roma, Firenze, Bologna, Milano e Torino, cinque città meravigliose tra le più amate del Bel Paese. La loro posizione è centrale e strategica: facile da raggiungere con i mezzi pubblici e nei pressi delle più importanti attrazioni turistiche del patrimonio artistico e culturale italiano.

Le Scuole di Italiano, attraverso il coordinamento dell’Area Scuole, costituiscono un solido punto di riferimento per l’apprendimento della lingua italiana in Italia nel rispetto dei principali standard di qualità europei per l’apprendimento delle lingue straniere.

L’Area Scuole sviluppa progetti a livello nazionale, tra i quali i Programmi Marco Polo e Turandot, promuove collaborazioni con enti, istituti, aziende e ambasciate e supporta la progettazione didattica delle scuole. Si occupa inoltre dell’organizzazione di Italiano in Tour, il corso itinerante delle Scuole.

Le Scuole di Italiano sono Centri d'esame autorizzati PLIDA (Progetto di Lingua Italiana Dante Alighieri), (https://plida.dante.global/) il certificato ufficiale della Società Dante Alighieri che attesta la competenza dell’italiano come lingua straniera.

Progetti Marco Polo e Turandot anno accademico 2023-2024

La Società Dante Alighieri, attraverso le Scuole di Italiano per stranieri di Roma, Milano, Firenze, Bologna e Torino, organizza corsi di lingua e cultura italiana riservati agli studenti cinesi aderenti ai programmi “Marco Polo” e “Turandot”.

Scopri di più
Progetto Marco Polo e Turandot
Visti per studenti extra UE

Visti per
studenti extra UE

Gli studenti che provengono da Paesi fuori dalla Comunità Europea e desiderano trascorrere un periodo di studio in Italia immergendosi nella lingua e nella cultura del Paese devono fare richiesta di visto di studio al Consolato italiano del Paese di residenza.

Scopri di più

I livelli di Italiano

I corsi in aula delle Scuole di Italiano per stranieri della Società Dante Alighieri si basano sui sei livelli previsti dal Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue (QCER)

Il nostro
metodo

L'insegnamento dell'italiano come lingua straniera è il nostro impegno da sempre. Il nostro metodo poggia su una consolidata tradizione didattica costantemente aggiornata per offrire agli studenti percorsi di apprendimento efficaci e coinvolgenti, quale che sia la modalità scelta per la fruizione del corso.

Scopri di più sul metodo
metodo
Blog

Ogni giorno da tutto il mondo

Libri
I libri della settimana: Mazzucco, Giartosio, Levi D'Ancona
https://app.hubspot.com/settings/avatar/7521bf299ebdaa164909a2c39b652438
17 maggio 2024
Valerio De Luca

I libri della settimana: Mazzucco, Giartosio, Levi D'Ancona

 La redazione della Dante consiglia una selezione tra narrativa e saggistica di autori italiani o testi originali in lingua italiana.Jacomo Tintoretto & i suoi figliStoria di una famiglia venezianadi Melania G. MazzuccoEinaudipp. 1016, € 12,99Jacomo Tintoretto disegnava i protagonisti dei suoi enormi teleri un personaggio alla volta, sulla carta azzurra, con il carboncino: «non era interessato tanto all’anatomia, come un medico, quanto al gesto (e al suo effetto sul pubblico), come un regista e un attore. Perché una delle prime regole che gli avevano insegnato, o che aveva subito imparato da sé, è che la pittura deve “muovere” – dunque emozionare, turbare, coinvolgere. Poi, quando aveva trovato il gesto, trasferiva il personaggio sulla tela. Non “trascriveva” la pittura copiandola dalla natura o dall’arte, ma la “scriveva” come da un’immagine della mente, intravista in sogno, trovandola nel suo farsi – e solo nel farla la vedeva». Pittore immenso, artista inquieto e geniale, uomo dalla vita piena di chiaroscuri quanto le sue opere – colto e popolare, libero e devoto, eccentrico e spregiudicato -, Tintoretto emerge dalle pagine di Melania Mazzucco come i suoi personaggi affiorano dall’ombra dei suoi immensi teleri sparsi nelle chiese di Venezia o nei quadri appesi nei musei di tutto il mondo: enigmatico, umano, complesso, guizzante di vita, figlio del suo tempo eppure modernissimo regista di corpi, di luci, di emozioni. Melania G. Mazzucco è autrice di Il bacio della Medusa (1996), La camera di Baltus (1998), Lei cosí amata (2000), Vita (2003, Premio Strega), Un giorno perfetto (2005), La lunga attesa dell'angelo (2008). Per Einaudi ha inoltre pubblicato: Limbo (2012); Il bassotto e la Regina (2012); Sei come sei (2013); Il museo del mondo (2014); Io sono con te (2016), L'architettrice (2019) e la pièce teatrale Dulhan - La sposa (2023). A Tintoretto, Melania Mazzucco ha dedicato, oltre al romanzo La lunga attesa dell'angelo, il docufilm Tintoretto. Un ribelle a Venezia (2019), da lei ideato e scritto per Sky Arte, e Jacomo Tintoretto & i suoi figli. Storia di una famiglia veneziana (Einaudi 2023).Autobiogrammaticadi Tommaso GiartosioMinimum Fax440 pagine, 18 euroEsiste un legame segreto tra le due linee sinuose lungo cui si snoda la nostra vita: da una parte l’apprendistato dell’alfabeto, dei nomi, del lessico famigliare, dell’insulto, dello scherzo, delle lingue straniere, dei codici segreti, della poesia; dall’altra l’invadente amore per i genitori, la scuola che è un viaggio nell’ignoto, le seduzioni e dilazioni dell’amicizia e del desiderio, la contrattazione di un posto nel mondo – in un’Italia in cui regnano il privilegio, il pregiudizio, la violenza politica e privata.Tommaso Giartosio traccia tutti i legami che connettono questa doppia elica, e sa che imbarcarsi in un’impresa del genere significa chiedersi: quali lettere hanno il sapore dello zucchero sulle nostre labbra, e da dove nasce questo godimento? Qual è l’abbecedario dei nostri amori? Quali parole racchiudono le nostre paure?La lingua come origine della coscienza e del mondo, genealogia degli affetti, identità e disidentità, filtro per lo sguardo, sola possibilità di dare un senso a ciò che abbiamo vissuto. La lingua madre e la lingua salvata. La lingua che non è soltanto restituzione poetica del racconto, ma sostanza stessa di questo racconto. E su tutto, intorno a tutto, la babele delle nostre esistenze e di quelle che ci hanno preceduto.Tommaso Giartosio ha pubblicato, oltre a diversi volumi di saggi, i memoir Doppio ritratto (Fazi 1998), L’O di Roma (Laterza 2012), Tutto quello che non abbiamo visto. Un viaggio in Eritrea (Einaudi 2023) e la raccolta di poesie Come sarei felice. Storia con padre (Einaudi 2019). È redattore di Nuovi Argomenti e conduttore di Fahrenheit su Radio 3.La "Primavera" di Botticelli. Un'interpretazione botanicadi Mirella Levi D'AnconaOlschki editore19 euro, 112 pagineL’esuberanza, la pienezza e l’eleganza della Primavera hanno reso l’opera di Botticelli celebre in tutto il mondo; ed è proprio per questo che oggi viene considerata come ‘il simbolo’ della Galleria degli Uffizi. Il volume ne ripercorre la bellezza e focalizza l’attenzione sui 40 tipi di piante diverse che l’artista dipinge con minuzia di particolari, permettendoci di riscoprire una moltitudine di significati e suggestioni che conducono al cuore più profondo di quel periodo straordinario che va sotto il nome di Rinascimento.Mirella Levi D'Ancona è stata una critica d'arte italiana naturalizzata statunitense. 

Leggi tutto

Contemporanea
La migliore italianità nel mondo premiata al Business care award
https://app.hubspot.com/settings/avatar/7521bf299ebdaa164909a2c39b652438
06 maggio 2024
Valerio De Luca

La migliore italianità nel mondo premiata al Business care award

Domenica 19 maggio, alle ore 17.30, presso la stampa della Camera dei deputati, si svolgerà la presentazione della quindicesima edizione del «Business care award». Secondo le parole del presidente onorario di Business care by Learn Italy, Massimo Veccia, il premio «rappresenta una avventura fra Italia e Usa per promuovere la migliore italianità nel mondo». All'incontro parteciperanno tra gli altri Fabrizio Ferragni, direttore generale di Rai offerta estero, e Alessandro Masi, Segretario generale della Società Dante Alighieri.Tra i premiati il regista Mario Martone, il direttore generale dell'informazione Mediaset, Mauro Crippa, l'inviato e capocronista del Corriere della Sera (e consigliere centrale della Società Dante Alighieri) Pier Luigi Vercesi, lo scrittore ed editorialista del Corriere della Sera Federico Rampini, e la voce di Radio24, Debora Rosciani. Inoltre il «Business care international award», giunto alla settima edizione, verrà consegnato nel mese di ottobre a Roma al vice presidente del Consiglio e ministro degli Esteri, Antonio Tajani.

Leggi tutto

Libri
Premio Internazionale di Letteratura “Il Sigillo di Dante”
https://app.hubspot.com/settings/avatar/7521bf299ebdaa164909a2c39b652438
03 maggio 2024
Valerio De Luca

Premio Internazionale di Letteratura “Il Sigillo di Dante”

La Società Dante Alighieri-Comitato della Spezia bandisce la nona edizione del Premio Internazionale di Letteratura “Il Sigillo di Dante”.Verranno premiate sei tipologie di lavori: poesia singola, silloge inedita, libro edito di poesia, poesia dialettale, narrativa edita o inedita, saggistica edita o inedita.Per partecipare bisogna inviare la propria opera entro il 31 luglio 2024.La cerimonia di premiazione si terrà il 20 ottobre 2024, domenica, presso il Park Hotel Santa Caterina in Sarzana (SP).In allegato (clicca qui) il bando per partecipare al premio.

Leggi tutto

Newsletter

Resta
in contatto

Corsi, eventi, notizie, letture, scuole e molto altro. Con la nostra newsletter resti aggiornato su tutte le attività e i progetti della nostra Rete.

newsletter